Calcio: tempo di bilanci

Se dovessimo stilare un bilancio finale dell’annata calcistica appena terminata per le squadre del Comune sarebbe sicuramente positivo, anche se qualche ferita resta ancora aperta.
Nonostante qualche gara di appannamento la Pievese ha disputato per il secondo anno consecutivo un buon campionato di Promozione, mantenendo con tranquillità la categoria e chiudendo al 6° posto: oltre al solito Cacciamano, che ha raggiunto quest’anno l’incredibile traguardo dei 150 goal in bianco-celeste, la stagione porta soprattutto i volti della coppia centrale Canuti-Ceccarelli, di Giuliacci, del classe ’96 Saravalle che ormai gioca da veterano, dell’ultimo acquisto Vitali, di bomber Graziani, ma anche degli innesti da fuoriquota di Parretti e Metolli. In ambiente Pievese, dove la Juniores ha disputato un’ottima stagione e i Giovanissimi hanno avuto un andamento altalenante ma sono riusciti a mantenere con facilità la categoria, ha lasciato un pò di amaro in bocca la retrocessione degli Allievi nel campionato provinciale, ai quali sarebbero bastati due punti in più per salvarsi ma nulla gli si può rimproverare per l’atteggiamento, l’impegno e l’attaccamento alla maglia mostrati durante l’intera stagione. La società si è comunque già messa in moto per pianificare il futuro, con l’obiettivo di dare sempre maggior importanza al settore giovanile in modo da far crescere i ragazzi e prepararli al meglio per fare il salto in prima squadra. Tanti ragazzi della Juniores saranno già dal prossimo anno aggregati al gruppo di Promozione, guidato ancora una volta da Luigi Abenante: una scelta di qualità per la Pievese che ha intenzione di tenersi strette le competenze e la professionalità del tecnico lacustre. Nonostante il buon campionato disputato dal Moiano, 6° in Prima Categoria ad un solo punto dai play-off, nella frazione i complimenti vanno soprattutto alla squadra di amatori guidata da Massimo Macchiaiolo. Dopo il secondo posto nel Campionato UISP Trasimeno, la Polisportiva Moiano si è aggiudicata con merito la prestigiosa Coppa di Lega e la Supercoppa di Lega, vincendo entrambe le finali contro la Lacus Piana. Anche a Moiano, i movimenti per preparare al meglio la prossima stagione sono tanti: si parla di Musotti come nuovo allenatore, ma ancora non c’è nulla di ufficiale.
E’ servita invece l’ultima gara dei play-out al Po’ Bandino per festeggiare la permanenza in Prima Categoria, dopo un’annata calcistica non proprio brillante. Con l’obiettivo salvezza anche per il prossimo anno serviranno almeno 2-3 innesti di spessore, altrimenti la squadra cara al Presidente Lasagna rischia di vivere un’altra stagione al cardiopalma. Nel frattempo si sta svolgendo in questi giorni il “3° Memorial Valfrido Imbroglini”, un torneo di calcio giovanile organizzato dalla USD Pievese e dalla Polisportiva Moiano. Sono ventidue le squadre (divise in cinque diverse categorie) iscritte al torneo, oltre 300 gli atleti che scenderanno in campo per circa un mese. Una scommessa vinta quella tra le due società, che si sono cimentate in un percorso davvero complicato: sommando però le competenze e l’organizzazione che la USD Pievese ha ormai acquisito in ambito giovanile, l’ottimo impianto sportivo di Moiano, l’esemplare tessuto di volontariato sociale della Polisportiva Moiano (da encomio le persone che per un mese si danno da fare ai fornelli) e un ambiente che fin da subito si è rivelato piacevole e sereno, è una conseguenza il fatto che tutto stia funzionando al meglio.
Una collaborazione naturale, attiva, energica e positiva: che siano i tempi finalmente maturi per cominciare a guardare verso orizzonti diversi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *