Campo sportivo di Ponticelli, dai controlli nessun elemento preoccupante

Al Comune di Città della Pieve sono pervenute delle nuove richieste di accesso agli atti che riguardano l’interramento di ceneri provenienti dalle centrali Enel della Liguria, avvenuti negli anni ’80. Inoltre si è appreso in questi giorni – tramite gli organi di stampa – che l’Associazione Ambientalista Il Riccio ha richiamato nuovamente l’attenzione sul campo sportivo di Ponticelli, annunciando di aver incaricato un esperto per valutare la situazione ambientale e sanitaria di quei luoghi.

Fermo restando che si considera più che legittima ogni iniziativa tesa al controllo sulla salubrità del nostro territorio, si ricorda che questa Amministrazione è stata fin da principio promotrice di azioni di controllo e di trasparenza sia su questo argomento specifico che, più in generale, sui temi ambientali.

Riassumendo: quando è partita l’inchiesta della Procura in zone vicine alle nostre, ma che non coinvolgevano direttamente questo comune, abbiamo reperito tutta la documentazione dell’epoca accertante il deposito di cenere e le modalità con cui queste erano state interrate e richiesto controlli di Arpa e Usl, del cui esito abbiamo dato pronta comunicazione alla popolazione. Sono stati inoltre richiesti controlli e verifiche sulle modalità di stoccaggio del materiale sia dello stato attuale che in prospettiva futura.

Per quanto emerso fino ad oggi – e a conoscenza di questa  Amministrazione – non sussiste ad oggi motivo di allarme ambientale o sanitario. Le recenti analisi hanno infatti permesso di rimuovere dubbi e preoccupazioni (*).

Arpa e Comune continueranno comunque a monitorare nel tempo la situazione ambientale dell’area, ivi compreso gli interventi manutentivi  necessari a mantenere opportunamente confinate le ceneri stoccate, e non si mancherà di intraprendere ogni iniziativa necessaria qualora nuove analisi e valutazioni dovessero richiederlo.

L’Amministrazione ha più volte richiamato al senso di responsabilità. Persino nella totale assenza di buonafede (ahinoi!) nei confronti dei propositi dell’Ente basterebbe una maggiore attenzione alle comunicazioni e agli atti già trasmessi – a seguito di precedenti accessi – per sgravare la PA da onerose e ripetitive attività amministrative, evitando di generare ulteriori preoccupazioni, allo stato infondate.  

(*) si veda comunicato del 23 maggio sul sito www.ilcomune.org

Link: http://www.ilcomune.org/analisi-arpa-su-ceneri-campo-sportivo-di-ponticelli-niente-dubbi-e-preoccupazioni/  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *