Città della Pieve, che lo spettacolo abbia inizio. Presentazione del programma del Palio dei Terzieri e nuove iniziative promozionali

“Diventa protagonista” si conferma il richiamo ad effetto con cui il Palio dei Terzieri invita alla partecipazione all’evento più atteso a Città della Pieve, che quest’anno si terrà dall’8 al 19 agosto. Dodici giorni di rappresentazioni, sfide, rievocazioni, momenti di alta spiritualità e di grande coinvolgimento emotivo.

In anteprima, domenica 22 aprile (ore 10.30) nella Sala Grande di Palazzo Corgna, nell’ambito dell’assemblea dei soci dell’Ente Palio verrà presentato il programma ufficiale della 46esima edizione del Palio e verranno anche introdotti  nuovi spunti promozionali che l’Ente e l’Amministrazione comunale stanno mettendo in campo. Un assaggio lo si è avuto già nel corso delle festività pasquali con l’introduzione nell’ambito della Mostra Mercato di uno stand dedicato alle varie attività dei Terzieri e con la realizzazione della nuovissima brochure già distribuita in oltre duemila copie proprio in quelle giornate.

La novità di questo prodotto informativo/turistico risiede proprio nell’aver formulato una descrizione dei “momenti” pievesi in un continuum che racconta tutto l’arco dell’anno e valorizza ogni singolo evento dei Terzieri: Presepe Monumentale, Quadri Viventi, Infiorata di San Luigi, Festa del Beato Giacomo Villa. Una narrazione che rafforza il legame tra i Terzieri e la Città e la comprensione per il visitatore delle dinamiche che animano Città della Pieve e la rendono il luogo unico in cui lasciarsi coinvolgere e “diventare protagonista”.

“Per la prima volta – spiega il sindaco Fausto Scricciolo, presidente dell’Ente Palio – l’assemblea dei soci, che si terrà a porte aperte per consentire alla cittadinanza di partecipare, sarà un momento di confronto a rimarcare che il Palio è di tutti i  pievesi e che il diventare protagonisti non è soltanto uno slogan, ma il coinvolgimento vero che ogni cittadino prova nell’appartenenza alla vita dei Terzieri. Uno spirito che si rinnova e va alimentato con occasioni di partecipazione diretta. Ed è per questo che, come ogni anno, domenica verranno consegnati riconoscimenti a figure che hanno fatto, e fanno, la storia del Palio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *