Epifania, gran finale di feste in musica e poi Gemellaggio e la Befana

Con l’amicizia tra le città gemelle e la discesa dal campanile della befana si prepara il gran finale degli eventi natalizi a Città della Pieve. Per l’Epifania sono previsti giochi, tradizioni e degustazioni dei prodotti delle Città Gemelle (Gemellando 2018 a cura dell’associazione amici del gemellaggio) che dopo aver già arricchito il pomeriggio di venerdì con le degustazioni del prodotti francesi di Saint Cyr (Francia) e Denzlingen (Germania), sabato proseguiranno culminando nella tradizionale discesa della befana dal campanile pievese anticipando di poco il concerto finale d’Epifania delle 18 al Teatro Avvaloranti.

L’anziana vecchietta, grazie ai volontari del Soccorso alpino e speleologico dell’Umbria, animerà il pomeriggio dei bambini con i folletti e un bel carico di dolci da distribuire dopo lo spettacolare volo tra le torri cittadine. Al Teatro degli Avvaloranti spazio alla musica con la Polifonica Pievese e l’Orchestra d’archi dirette dal maestro Carlo Pedini.

Domenica invece dallo stesso palcoscenico alle ore 17.30 Gilda Buttà al pianoforte e Luca Pincini al violoncello si esibiranno in un concerto a cura dell’amministrazione comunale. Una esibizione particolarmente attesa quella del duo che rappresenta una collaborazione tra due solisti dalla forte identità, ma in perfetto equilibrio tra loro. Pur essendo rispettosa della più autorevole tradizione musicale, è allo stesso tempo fortemente innovativa, caratterizzata da una originale progettualità musicale che li ha portati ad esibirsi di fronte alle platee di tutto il mondo. Entrambi vantano collaborazioni con grandi artisti del classico, come del jazz, del pop, del rock, della canzone d’autore, della musica etnica e della musica elettronica. Tra le centinaia di colonne sonore alle quali hanno partecipato, insieme o singolarmente, citiamo “La Piovra”, “Love Affair”, “Legami” e “La leggenda del pianista sull’oceano”.

Sabato pomeriggio dalle ore 16 all’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi si terrà anche la premiazione dei Presepi a cura della Confraternita e ricordiamo che c’è ancora qualche giorno per visitare lo straordinario presepe Monumentale del Terziere Castello che quest’anno ha incantato gli occhi e il cuore trattando il tema dell’Umbria ferita dal terremoto e della fiducia e speranza per il futuro e la ricostruzione. Visitarlo è anche un gesto di solidarietà visto che parte del ricavato dalle donazioni andrà alle associazioni che operano nelle zone colpite dal sisma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *