La Giornata della Donna a Palazzo Corgna

Un pomeriggio di celebrazione della Giornata della donna ma anche di impegno sociale davanti ad una sala gremita. Quello di sabato scorso a Palazzo Corgna è stato un momento importante per la città, a partire dai suoi ragazzi. “Sono loro – ha spiegato il sindaco Fausto Scricciolo – la migliore testimonianza della crescita di Città della Pieve, in una giornata non di effimera celebrazione ma capace di dare un significato e un peso alle cose”. E i protagonisti sono stati proprio gli alunni delle scuole, dai bambini del Pietro Vannucci ai ragazzi dell’Italo Calvino che hanno dato vita alla mostra “Lei è donna”, inaugurata con i loro elaborati, e di cui le opere resteranno visibili fino a domenica 17 marzo. Momenti molto toccanti sono stati i brani musicali magistralmente eseguiti dai ragazzi del Liceo musicale e dell’indirizzo strumentale che hanno dato dimostrazione di talento ed impegno, coordinate dalle docenti Monica Fagioli e Paola Tortora.

“La scuola è il momento più importante per formare studenti e persone – ha detto Carmine Pugliese, Assessore alla Cultura e Turismo, sottolineando poi “le ancora grandi diseguaglianza salariali nel mondo del lavoro” e come “ci siano molti passi da fare in merito”. Barbara Paggetti, Assessore alle Politiche Sociali ha ricordato con forza la crudeltà e ingiustizia delle continue violenze e come, in molti ambiti “la vita di una donna sia un percorso ad ostacoli”. Nel raccontare lo sguardo dei ragazzi sul tema della mostra ha evidenziato poi come i bambini siano partiti tracciando il primo profilo di donna “quello della mamma. Per passare poi ad esempi storici che hanno ispirato i lavori degli studenti più grandi”.

Le dirigenti scolastiche Maria Caligiuri e Maria Luogno hanno sottolineato come il contributo degli alunni è stato un momento di un percorso per “incidere sulle coscienze e creare coscienze” e come sia stato lodevole “l’impegno e lo sguardo sull’idea di festa”. Durante la giornata, organizzata anche all’aiuto dell’Associazione Donne La Rosa, sono state consegnate targhe al merito per la cultura a Lucia Paoletti e al sociale a Manola Pifferi, donne che si sono distinte e continuano a farlo con il loro lavoro quotidiano. Numerosi interventi hanno sottolineato l’importanza di quanto vada difeso il ruolo delle donne in tutti gli aspetti dalla vita familiare, al suo impegno lavorativo e civile. Anche i ragazzi del Consiglio Comunale dei Ragazzi hanno consegnato un riconoscimento alla loro professoressa Rosita Ricci che li segue nel percorso del loro Consiglio amministrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *