Lampade votive, come ridurre i disagi delle novità nel pagamento

Non sempre è facile adeguarsi alle novità, soprattutto quando gran parte del pubblico chiamato alla “rivoluzione” ha superato una certa età e non ha la piena dimestichezza con le moderne tecnologie.

Un’introduzione necessaria: PagoPA è un sistema pubblico – fatto di regole, standard e strumenti definiti dall’Agenzia per l’Italia Digitale e accettati dalla Pubblica Amministrazione e dai PSP (Prestatori di Servizi di Pagamento) aderenti all’iniziativa – che garantisce a privati e aziende di effettuare pagamenti elettronici alla Pubblica Amministrazione in modo sicuro e affidabile, semplice e in totale trasparenza nei costi di commissione. Si tratta di un’iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri alla quale tutte le Pubbliche Amministrazioni sono obbligate ad aderire.

Questo significa che anche ogni pagamento verso il Comune dovrà avvenire in questo modo. Compreso quello del servizio di illuminazione delle lampade votive che da quest’anno è tornato in capo al Comune.

Tale obbligo è scattato il 31/12/2016 per tutti quei pagamenti a favore delle Pubbliche Amministrazioni che non devono essere effettuati con modalità stabilite da norme (es. IMU, TASI TARI con modello F24 che resta chiaramente valido). Oggi il problema per quanto riguarda il primo pagamento con questo nuovo metodo che i cittadini si sono trovati ad affrontare è quello che le Poste Italiane non hanno aderito al sistema interbancario ma hanno costituito un filone parallelo con un particolare metodo che non rende automatico il pagamento presso i loro sportelli provocando così i disagi che tutti conosciamo.

A CITTA’ DELLA PIEVE ATTUALMENTE E’ POSSIBILE EFFETTUARE IL PAGAMENTO PRESENTANDO IL DOCUMENTO RICEVUTO PRESSO SISAL – Lottomatica (bar e tabaccherie); Banca Unicredit; Banca Monte dei Paschi (dai prossimi giorni anche allo sportello); CrediUmbria (dai prossimi giorni).

L’Amministrazione si sta attivando con tutti gli istituti e per rendere possibile il pagamento a costi accessibili  la cui scadenza è prevista per il 17  Luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *