Lo sport pievese “fa scuola”, vinto bando regionale per le palestre si parte con il progetto associazioni

E’ stato annunciato in queste ore dall’assessore regionale Fabio Paparelli che Città della Pieve è rientrata tra le località il cui progetto per la riqualificazione delle palestre scolastiche è stato finanziato: Si tratta dell’intervento per la manutenzione straordinaria dell’impianto sportivo annesso alla Scuola Secondaria di I° grado per un importo di 40 mila euro (a cui si aggiungono gli ulteriori 10 mila euro stanziati dal Comune). Un risultato che premia il lavoro dell’Amministrazione e che necessita di un ringraziamento al personale tecnico comunale ed in particolare al geometra Claudio Battaglini che solo di recente è entrato a far parte dello staff dell’area tecnica ma il cui contributo e impegno è risultato determinante.

Con l’occasione si annuncia anche l’avvio di un progetto sportivo con le scuole “Medie” dell’Istituto Comprensivo Pietro Vannucci finanziato dal Comune di Città della Pieve e volto alla promozione delle attività sportive presenti nel nostro territorio. Il progetto sarà proposto in tutte le classi per un totale di 135 ore.

Come racconta l’Assessore allo Sport, Barbara Paggetti, “il progetto è stato pensato a febbraio 2018 nell’ambito del Tavolo dello Sport ed ha lo scopo di coordinare tutte le iniziative delle singole associazioni in un unico contenitore. Il Comune come soggetto proponente – in sinergia con il professore Lorenzo Cacciamano docente di educazione fisica dell’Istituto –  ha mirato a far si che i giovani studenti possano entrare in contatto con le realtà sportive che hanno sede qui, come la Boxe di Città della Pieve, il Judo Club, Il Gruppo Musici e Sbandieratori di Città della Pieve, la USD Pievese con il calcio e la pallavolo e la Compagnia Arcieri La Barbacane. Un grazie a Maria Caligiuri la Dirigente Scolastica che ha aperto la scuola a tutte queste realtà sportive del territorio. Un particolare ringraziamento va a Luciano Moscatello che segue nel Comune lo sport per essere riuscito a conciliare le esigenze di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *