Ok al Restyling via delle Mura: panchine ‘hi-tech’, pedoni in sicurezza e colonnine elettriche

Sicurezza, tecnologia e sostenibilità. Coniugando questi tre fattori è stato costruito il progetto del maxi intervento di riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità e pedonalità di alcune vie a ridosso del centro storico di Città della Pieve. E’ stata approvato nelle scorse ore dalla giunta comunale il progetto preliminare che riguarda l’area compresa tra Via delle Mura, via caduti del lavoro e Via Beato Giacomo Villa.

L’area interessata. Si tratta in sostanza di un intervento sul lato  est della circonvallazione alla città che collega l’innesto a sud della Sp n°71, (zona ospedale) con la piazza Giacomo Matteotti, il nuovo parcheggio attraverso la Via caduti del lavoro con la stessa piazza e la zona più a valle (zona parcheggio camper) con la via delle Mura e la soprastante via Roma.

L’intervento. Verrà realizzato un nuovo tratto di camminamento pedonale con un intervento organico atto a riqualificare e mettere in sicurezza carrabile e pedonale questa porzione di città intervenendo anche su arredo urbano, parcheggi e sottoservizi di urbanizzazione allo scopo di farla meglio fruire alla cittadinanza e ai turisti. Via delle Mura sia la via Caduti del Lavoro saranno dotate di marciapiede, attualmente assente, per poterle collegare a quello della Piazza Matteotti e della Via Beato Giacomo Villa allo scopo di completare il percorso pedonale anulare fuori delle mura della città e consentire ai pedoni che giungano dalla zona dell’ospedale, dalla zona del nuovo parcheggio in prossimità di via Caduti del Lavoro e di quello in zona camper di raggiungere in sicurezza il centro storico del paese.

Sostenibilità. Il progetto prevede la realizzazione di un’area panchine hi-tech predisposte per la ricarica di dispositivi elettrici e la connessione wi-fi. Inoltre verranno collocate anche colonnine di ricarica per le auto elettriche. I materiali per la realizzazione dei nuovi marciapiede saranno gli stessi utilizzati per altre zone della città in cui sono stati recentemente rifatti e cioè il basolo di porfido con cordolo longitudinale della stessa pietra. I lavori  consentiranno anche il totale rivestimento, con l’uso di materiali tipici del panorama pievese, del muro  di via Caduti del Lavoro ,oggi in cemento armato a vista. L’illuminazione pubblica rispecchierà la tipologia di quella già posta in opera in zone di recente esecuzione ma sarà aggiornata ed adeguata alle nuove normative e tecnologie del settore. Su tutta l’area di intervento sarà eseguita la nuova segnaletica orizzontale e verticale con inserimento di alcuni posti auto dedicati ai diversamente abili e alle auto elettriche. I parcheggi verranno posti in orizzontale – e non a spina di pesce come lo sono attualmente – risolvendo così un altro elemento che creava problemi di sicurezza alla circolazione e nel contempo si riuscirà a mantenere grosso modo lo stesso numero di posti auto, recuperando ulteriori stalli di sosta in via Caduti del Lavoro. 

Tempi e costi. Il progetto per un valore di circo 320 mila euro sarà interamente finanziato attraverso i fondi del PSR (riserva dell’Investimento Territoriale Integrato – ITI) ed entro novembre l’amministrazione conta di poter procedere con il progetto esecutivo e vedere l’inizio dei lavori nei primi mesi del 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *