Ospiti del Residence Chianelli in visita al Presepe Monumentale

Questa mattina (7 Gennaio) i bambini, ragazzi e adulti del residence “Daniele Chianelli”, in cura presso i reparti di Oncoematologia Pediatrica ed Ematologia dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, sono stati accolti a Città della Pieve per una visita al Presepe Monumentale realizzato dal Terziere Castello.
Gli ospiti sono stati ricevuti dal sindaco Fausto Scricciolo, dall’assessore alla cultura Carmine Pugliese e da Michele Gorello e Carlo Tiberti presidente e dal vicepresidente del Terziere Castello che ha scelto di devolvere parte del ricavato del biglietto d’ingresso del Presepe 2015  proprio al Comitato per la vita ‘‘Daniele Chianelli’’ di Perugia, Associazione Onlus per la Ricerca delle Leucemie, Linfomi e Tumori di Adulti e Bambini. Nell’occasione è stata anche organizzata una visita guidata alle bellezze di Palazzo Corgna, “Ringraziamo tutti – hanno spiegato Franco e Luciana Chianelli – per la calorosa ospitalità che ci è stata riservata e per quanto i volontari fanno per il comitato e il Terziere Castello per l’impegno e questa bella giornata”. “L’attività dei Terzieri, con questa ennesima ottima iniziativa del Castello – spiega il sindaco Scricciolo – si riconferma ancora una volta come motore dell’associazionismo pievese e come fondante di quel tessuto sociale che è ricchezza del nostro territorio. Siamo orgogliosi di aver potuto mostrare ai nostri ‘piccoli, grandi’ ospiti una delle nostre più preziose tradizioni, quella appunto del Presepe, che dalla Natività del Perugino, passa attraverso il Monumentale del Terziere Castello e ci ha portato quest’anno a fare di Città della Pieve la città dei presepi. Un messaggio di speranza e fratellanza che non poteva sperare in un pubblico così gradito come quello odierno”. Il Presepe Monumentale rimarrà visitabile fino al 10 Gennaio dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00.
Il Presepe Monumentale.  Il Terziere Castello allestisce nei sotterranei di Palazzo della Corgna il Presepe Monumentale, un’opera che si articola in più sale e in un percorso figurato attraverso i corridoi dei sotterranei per un totale di 8 stanze e più di 500 metri quadrati. Ogni sala è allestita minuziosamente dai volontari del Terziere che lavorano per mesi per la sua realizzazione, unendo tradizione, capacità artigianali e di costruzione, dando così vita ad un viaggio che il visitatore effettua attraversando le epoche delle ambientazioni con suggestioni visive e sonore. Sono ormai più di un centinaio, le statue di grandi dimensioni utilizzate nell’allestimento. Realizzate in cartapesta, terracotta, resina e arricchite da splendidi dettagli, sono state create appositamente da maestri artigiani italiani, come Marco Guttilla. Quest’anno viene proposto un percorso attraverso il quale il visitatore, messo di fronte al dramma dei migranti, trova una possibile via d’uscita in una nuova capacità di dialogo e nella volontà di creare ponti laddove c’è l’abitudine a creare muri. Un messaggio di pace e di speranza per l’umanità, che i volontari del Terziere hanno voluto ricreare nella suggestione del Presepe Monumentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *