“Patrimoni museali per welfare di comunità” da oggi a Palazzo Corgna

È partito stamani al Museo di Scienze naturali di Palazzo della Corgna “I patrimoni museali del Trasimeno per un welfare di comunità”, un progetto finanziato anche con risorse della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, gestito dalla Cooperativa Frontiera Lavoro e che coinvolge i poli museali di Città della Pieve, Paciano, Magione e Piegaro. I destinatari sono pazienti in carico al Centro di Salute Mentale del Trasimeno, allo SREE del Distretto del Trasimeno ed ai Servizi Sociali Comunali, scelti dal personale medico. Tra gli obiettivi dell’iniziativa quelli di utilizzare i patrimoni culturali per far superare l’isolamento e reinserire socialmente le persone con disagi psichici e cognitivi. “Siamo felici che il nostro Museo possa vivere non soltanto come esposizione passiva ma diventi un luogo di didattica – ha spiegato l’Assessore comunale Carmine Pugliese  – e che possa essere una strada d’aiuto e di integrazione”.

Il progetto iniziato a Città della Pieve prevede due incontri settimanali, avrà una durata di sei mesi e sarà incentrato sulle tecniche botaniche, riconoscibilità delle specie e cura del verde. L’attività proposta ai giovani destinatari sarà organizzata in sezioni diverse cadenzate sulle abilità/competenze e sulla alternanza delle stagioni. L’obiettivo è quello di creare un “Giardino di Palazzo” nell’atrio di Palazzo della Corgna dove sarà allestito, utilizzando vasche di terracotta, un giardino con le essenze arboree e floreali che il museo illustra, riproponendo anche specie antiche e autoctone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *