PLASTIC FREE … work in progress


Il Comune di Città della Pieve vuole contribuire a contrastare uno dei maggiori problemi in materia ambientale. Una delle campagne d’informazione di Greenpeace, fra le più imponenti scandisce un messaggio efficace e allo stesso tempo allarmante” Ogni minuto, l’equivalente di un camion di plastica finisce in mare, sulle spiagge e sui fondali”.

Il 16 gennaio 2019 c’è stato un primo incontro aperto ai commercianti ed alle associazioni del territorio comunale dove si è condivisa la linea univoca verso la riduzione della produzione di rifiuti, l’incremento della raccolta differenziata e la diminuzione dell’uso di materia prime non rinnovabili. Il messaggio che parte dall’amministrazione è un invito ed un richiamo forte ad utilizzare meno plastica, perlomeno nel monouso, e nella raccolta corretta del rifiuto.

L’Amministrazione vuole sviluppare una campagna informativa e di sensibilizzazione verso gli operatori che utilizzano plastica per eventi, serate e sagre, oltre agli gli stessi commercianti, per promuovere comportamenti tesi alla raccolta differenziata evitando acquisti di plastica monouso non più in linea con la direttiva europea che a partire dal 2021 mette al bando tali prodotti.

Ci saranno altri incontri ed altri momenti di informazione e di confronto. Nel frattempo l’Assessore  all’Ambiente e Paesaggio, Catia Buiarelli, lancia il suo appello rivolto anche all’Unione dei Comuni “affinché vengano adottate misure di contrasto all’uso e getta di plastica perché tutti insieme è possibile mettere al bando materiale come piatti, posate e bicchieri in plastica monouso che se non riciclate in modo corretto, finiscono per inquinare il mare mettendo a rischio tutto l’ecosistema marino.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *