Po’Bandino, taglio del nastro per la terza Casa dell’Acqua

Si è tenuta questa mattina in via delle Regioni a Po’Bandino di Città della Pieve l’inaugurazione della Casa dell’Acqua. Buona, sicura, economica, ecologica e soprattutto pubblica dall’impianto di erogazione sgorgherà acqua naturale, gassata e refrigerata proveniente dalla rete cittadina. “Con La realizzazione di questa ‘Casa dell’Acqua’ – come spiegato dal sindaco Fausto Scricciolo – si aggiunge un altro punto di erogazione al quale vorremmo presto aggiungerne uno a Ponticelli per completare il quadro delle opere volte a garantire e incentivare il consumo di acqua pubblica che in assoluto è la più controllata anche come bevanda e non solo per usi domestici e questo ha un particolare significato soprattutto da un punto di vista ambientale”.

L’iniziativa della Casa dell’acqua rientra pienamente nel contesto delle buone pratiche da diffondere tra i cittadini, spiegano dal Comune di Città della Pieve. Per questo al taglio del nastro sono stati invitati anche gli alunni delle scuole accompagnati dalle insegnanti che sono state ringraziate per aver permesso ai ragazzi di partecipare ad un avvenimento che per la comunità è importante.

La Casa dell’Acqua è un’iniziativa del Comune di Città della Pieve e di Umbra Acque in collaborazione con Auri e all’inaugurazione hanno preso parte oltre al sindaco e per Umbra Acque il presidente Gianluca Carini, l’amministratrice delegata Tiziana Buonfiglio ed il consigliere Bruno Ceppitelli.

 “Il concetto che l’acqua distribuita dall’acquedotto comunale è ‘buona e sicura’ – ha spiegato il sindaco –  deve ricordarci che l’accesso all’acqua è un diritto fondamentale, inalienabile, ed ancora ai nostri giorni è una delle maggiori cause delle ineguaglianze sociali. Per questo la ‘casa’ che inauguriamo oggi è prima di tutto un simbolo di civiltà e di condivisione. Che sempre di più il gesto di approvvigionarsi alla Casa dell’acqua diventi un momento sociale per incontrarsi dei componenti della comunità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *