Pronto Soccorso Avanzato – La Delibera di Giunta Regionale

La Delibera del 4/12/2018 n. 1416 con cui la Giunta Regionale da mandato all’A.S.L. Umbria 1  di istituire presso il Presidio di Città della Pieve un Pronto Soccorso Avanzato che si integri con il Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera di Perugia.


Di seguito si riporta integralmente il Documento Istruttorio


DOCUMENTO ISTRUTTORIO

Oggetto: Potenziamento del Presidio di Città della Pieve:
linee di indirizzo per l’istituzione del Pronto Soccorso Avanzato.

Il territorio del Comune di Città della Pieve e limitrofi sono stati riconosciuti dalla delegazione del Comitato nazionale Aree Interne quali facenti parte di una delle tre “aree interne” della Regione Umbria (DGR 213 del 02/03/2015). Ciò comporta una particolare attenzione da parte della Commissione Europea per tali aree periferiche caratterizzate da calo demografico e lontananza da servizi essenziali (sanità, scuola e mobilità) che necessitano di un complesso di “azioni” orizzontali rilevanti al fine di sollecitare tali territori verso obiettivi di rilancio socio-economico, anche agendo simultaneamente sul rafforzamento e la razionalizzazione della gestione dei servizi collettivi essenziali e di cura del territorio.

In tale contesto si inserisce la riorganizzazione della rete ospedaliera regionale definita con DGR n.212/2016, ai sensi del DM n.70/2015, che, nel caso del Presidio Ospedaliero di Città della Pieve, era esitato nel processo di riqualificazione di cui alla Deliberazione del Direttore Generale dell’Azienda USL Umbria 1 n. 1513 del 15/11/2017.

La citata riorganizzazione prevede un costante monitoraggio ed eventuale rimodulazione degli assetti al fine di garantire l’erogazione uniforme su tutto il territorio regionale dei Livelli Essenziali di Assistenza di cui al DPCM 12 gennaio 2017 “Definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza (LEA), di cui all’articolo 1, comma 7, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502”.

I nuovi LEA prevedono, per le attività da espletare in regime di Pronto Soccorso, le seguenti prestazioni:

  • l’esecuzione degli interventi diagnostico terapeutici di urgenza, i primi accertamenti diagnostici, clinici strumentali e di laboratorio e gli interventi necessari alla stabilizzazione del paziente, nonché, quando necessario, il trasporto assistito.
  • la funzione di triage che sulla base delle condizioni cliniche dei pazienti e del loro rischio evolutivo determina la priorità di accesso al percorso diagnostico terapeutico.
  • la funzione di Osservazione Breve al fine di garantire l’appropriatezza dei percorsi assistenziali complessi.

    Ad oggi, in linea con le indicazioni portanti del prossimo Piano Sanitario Regionale in corso di elaborazione, tutte le disposizioni programmatorie sono finalizzate al raggiungimento del massimo livello di integrazione tra le Aziende Ospedaliere e i presidi ospedalieri e territoriali delle Aziende USL. Obiettivo comune alla Aziende citate è quello di trattare i pazienti con patologie lievi localmente riservando al trasferimento presso i DEA di I e II livello i pazienti con patologie medio-gravi. Ciò consentirà la contemporanea riduzione dei ricoveri impropri e dei “posti letto aggiuntivi” presso gli Ospedali delle Aziende Ospedaliere.

    Per tutto quanto premesso si ritiene opportuno che venga istituito un Pronto Soccorso Avanzatopresso il Presidio di Città della Pieve.
    A tale struttura compete il trattamento dei codici appropriati anche tramite la dotazione di un numero congruo di Posti Letto di Osservazione Breve (quattro).

    Tutto ciò premesso si propone alla Giunta regionale:
    1-di dare mandato all’ASL Umbria 1, di istituire presso il Presidio di Città della Pieve, di un Pronto Soccorso Avanzato nel rispetto della DGR 212/2016 e del DPCM 12 gennaio 2017 inerente la definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza;
    2-di incaricare i Direttori Generali dell’ASL Umbria 1 e dell’Azienda Ospedaliera di Perugia di predisporre tutte le procedure necessarie all’integrazione fra il Pronto Soccorso Avanzato del Presidio di Città della Pieve e il Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera di Perugia;
    3-di notificare il presente provvedimento al Direttore della CO 118 e ai Direttori Generali dell’ASL Umbria 1 e dell’Azienda Ospedaliera di Perugia;

 

 

Al seguente link il relativo provvedimento  DGR_n._1416 del 4/12/2018

Un pensiero riguardo “Pronto Soccorso Avanzato – La Delibera di Giunta Regionale

  • 21 Dicembre 2018 in 18:21
    Permalink

    Mi sembra di aver capito che verranno trattati i pazienti con patologie lievi….e dotare questo pronto soccorso avanzato di un numero di 4 posti, numero congruo di posti di osservazione breve. E questo è risolvere un problema di salute? Ma non è meglio pensare a un ospedale unico del Trasimeno, visto che tra poco chiude anche Castiglione del Lago? A voi politici decidere

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *